Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-7

Ducato di Savoia 19 ottobre

Il sentiero si divide in due davanti a noi, Alessandro stamane era preoccupato che avessimo imboccato la strada giusta, è molto impaziente di arrivare a Sion, prima città che  incontreremo nella confederazione elvetica. Pare che anche lì non ci siano problemi con i permessi.

Alla nostra destra il sentiero attraversa un piccolo fiume, finalmente ho potuto lavarmi almeno il viso..l’acqua era praticamente ghiacciata. Abbiamo lasciato alessandria da due giorni, sempre in salita…faticosamente sempre in salita, e ad ogni passo il freddo si faceva sentire sempre più….ci hanno indicato un valico, e non è stato facile attraversarlo…. Due giorni che  in mezzo a questi boschi e cime innevate sembrano un eternità…comprendo bene la preoccupazione di Alessandro, anch’io sogno una tinozza d’acqua bollente e un giaciglio decente su cui riposare, e un tetto che ci protegga dalla pioggia che oramai batte sulle nostre mantelle da giorni. Gli ho confessato i miei dubbi riguardo ad un futuro principe manonera…gli ho detto che piuttosto che giurare mi farei uccidere. Sembra che lui sia del moi stesso parere…ma non avevo dubbi al riguardo.

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-7ultima modifica: 2011-03-06T16:02:00+01:00da stillfreeldb
Reposta per primo quest’articolo