Verso Amsterdam…Sentiero d’autunno

Il sentiero che conduce nella città successiva attraversa un fitto bosco. Lasciamo che i cavalli mantengano un andatura tranquilla, rilasso i muscoli, mi lascio cullare e senza accorgermene mi ritrovo a guardare il cielo terso delimitato dalle fronde degli alberi . Novembre si porta via le foglie. Un leggero venticello scuote i rami, le prende con sé e le sostiene … Continua a leggere

Verso Amsterdam…Riflesso

  Viva. Dopo tanto mutare del mio corpo attraverso gli anni e le vicende che l’hanno segnato ritrovo un rinnovato vigore. La febbre mi ha abbandonata. Lui è ancora qui. Quale sia stato sogno e quale realtà…chi può dirlo. Lui, l’unica certezza. Anche se al momento lo sento lontano. Sono sola nella stanza. Una tinozza riempita d’acqua calda, m’invita ad … Continua a leggere

Verso Amsterdam…Risveglio

Riapro finalmente gli occhi. Cosciente, avverto il calore debole dei pochi raggi di sole che attraverso la finestra mi accarezzano le palpebre. Il risveglio da quello che ad un primo impatto mi sembra essere stato un lungo sonno. Ho ricordi confusi, mi sento debole. Mi stropiccio gli occhi delicatamente, osservo ciò che mi circonda. Di certo, non è la nostra … Continua a leggere

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-11

Grandson 25 ottobre Dopo un altra notte di viaggio eccoci a Grandson…anche qui un meraviglioso paesaggio delizia i nostri occhi : il castello che troneggia su un lago che mi hanno detto si chiami Neuchâtel…. Stamane appena sistemati, Alessandro ed io abbiamo parlato a lungo, riflettendo sulla possibilità di fermarci qui per qualche giorno…e abbiamo appurato che né io né lui … Continua a leggere

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-10

Lausanne XXII giorno del X mese dell’anno 1458     Sulle tue labbra del giorno assaporo ogni momento… Dall’alba che risveglia ogni cosa…tranne il mio desiderio per te, quel fuoco…che non si è mai spento. Il lago ci specchia abbracciati… Dimentico il mondo…. Ogni tua carezza … per me vale più di mille sogni sperati. La sera ci avvolge….  e … Continua a leggere

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-9

  Grandson 25 ottobre Dopo un altra notte di viaggio eccoci a Grandson…anche qui un meraviglioso paesaggio delizia i nostri occhi : il castello che troneggia su un lago che mi hanno detto si chiami Neuchâtel…. Stamane appena sistemati, Alessandro ed io abbiamo parlato a lungo, riflettendo sulla possibilità di fermarci qui per qualche giorno…e abbiamo appurato che né io né … Continua a leggere

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-8

Sion 20 0ttobre   L’alba risveglia ogni cosa con la sua luce…boschi…città…persone..lontani si stagliano i profili delle montagne…ogni cosa si risveglia con essa, vestendosi della luce perticolare che irradia il sole che è il primo a nascere….e a rendermi un po’ d’allegria. Siamo giunti finalmente a Sion, splendida zona della confederazione elvetica. Un gruppetto sparuto di case sovrastate da una … Continua a leggere

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-7

Ducato di Savoia 19 ottobre Il sentiero si divide in due davanti a noi, Alessandro stamane era preoccupato che avessimo imboccato la strada giusta, è molto impaziente di arrivare a Sion, prima città che  incontreremo nella confederazione elvetica. Pare che anche lì non ci siano problemi con i permessi. Alla nostra destra il sentiero attraversa un piccolo fiume, finalmente ho … Continua a leggere

Verso Amsterdam…attraverso il passato, per interpretare il presente, per affrontare il futuro(diario di viaggio di Alexandra d’Oria de Polignac)-6

Alessandria 16 ottobre Mi sento un po’ triste. Pesanti nuvole coprono il cielo…non vedo il sole da giorni, e spesso piove. Alessandria sembra essere una città tranquilla. Ci sono molte ordinanze municipali che vietano agli stranieri anche di respirare. Non si può tagliare la legna dalla foresta qui vicino, non si può commerciare senza l’autorizzazione del sindaco. Sono stata raggiunta … Continua a leggere

La storia di Ginevra, Sessantesima parte: e tu chi saresti?

Per la prima volta nella sua vita, Ginevra si ritrovò dall’altra parte. Aveva trascorso davvero troppo tempo tra persone tanto diverse da lei, fino forse a convincersi inconsapevolmente di essere la sola al mondo con quelle caratteristiche. Così, quando si ritrovò di fronte a quel ciuffo rosso, e a quello sguardo azzurro stupito probabilmente quanto il suo, rimase ad guardarlo … Continua a leggere